Condominio

I creditori non possono «aggredire» i condòmini in regola; ma il conto corrente sì

di Silvio Rezzonico

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

I creditori di un condominio devono preventivamente agire nei confronti dei condomini morosi e, solo successivamente, possono rivolgersi anche ai condomini in regola con i pagamenti: tale principio non si estende alle somme depositate sul conto corrente del condominio stesso, liberamente aggredibili. Così prescrive e deve essere interpretato l'articolo 63, secondo comma, delle disposizioni di attuazione al codice civile
Il principio emerge dalla sentenza del Tribunale di Ascoli Piceno n. 1287 del ...