Condominio

I mercoledì della privacy: la comunicazione dei dati dei condòmini ai terzi va ben oltre l'articolo 66

di Carlo Pikler (Centro studi Privacy and Legal Advice)

Non solo può richiedere i dati il creditore, ma anche i fornitori del condominio

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

«Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condòmini morosi». Seguendo le indicazioni del Garante, con newsletter del 26 settembre 2008 i dati possono comunicarsi ai morosi solo per far valere gli obblighi ...