I temi di NT+Appuntamenti

Lettera del presidente di Confabitare ai candidati bolognesi alle prossime elezioni politiche

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Elezioni alle porte e ai candidati bolognesi arrivano le sollecitazioni di Confabitare contenute in una lettera aperta a firma del presidente nazionale Alberto Zanni.
«Come associazione di proprietari immobiliari Confabitare - si legge nella missiva che potete leggere integralmente cliccando qui - chiede ai candidati bolognesi in lizza alle prossime elezioni, un impegno concreto e risposte efficaci, su alcuni temi che riteniamo di vitale importanza per la nostra città e per i quali ci siamo battuti e continueremo a batterci».

Partendo dalla sicurezza , Coinfabitare chiede il potenziamento delle forze dell'ordine sul territorio, più controlli e prevenzione, certezza della pena per chi delinque. Sulle occupazioni abusive una linea di massima fermezza. Poi c’è il tema delle infrastrutture, essenziale per il futuro della città e la richiesta di una drastica riduzione delle imposte sugli immobili a partire dall'abbassamento delle aliquote Imu e dall'abolizione dei balzelli che gravano su successioni e donazioni. Per quanto riguarda la riforma del catasto tornata prepotentemente alla ribalta durante il Governo Draghi, la posizione di Confabitare è chiara - riconda Zanni - «nessun ostacolo a una riforma per certi versi necessaria, ma non siamo disposti a tollerare che si tramuti in un ulteriore aggravio della tassazione sulla casa».

Ultimo tema la crisi drammatica che colpisce il mondo del commercio. Per pararne i colpi e rivitalizzare un settore vitale per la nostra economia, occorre intervenire - Conclude il presidente Confabitare - subito con aiuti e ristori mirati, prevedere agevolazioni fiscali e burocratiche, introdurre “la cedolare secca” per i canoni dei negozi e calmierare i prezzi degli affitti.