Lavori & Tecnologie

Vendere e comprare prodotti edili per la casa più semplice con FairePay

Si tratta della nuova soluzione di supporto alle Pmi per il proprio sviluppo commerciale, ideale anche per il settore edile

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Acquistare dei pannelli fotovoltaici, ristrutturare parte della casa o ancora reperire prodotti e materiali edili. Si tratta di spese consistenti, che a volte possono frenare il consumatore dal portarle a termine, e di conseguenza limitare il venditore nelle proprie opportunità di business. Proprio per questo è nato FairePay (https://www.fairepay.ai/), un nuovo strumento - comunica una nota - pensato da un lato per supportare lo sviluppo delle aziende retail italiane (ad esempio nel settore edile) e dall'altro per aiutare i consumatori ad accedere in breve tempo al prestito desiderato, valutandone in anticipo la fattibilità in maniera semplice e veloce.FairePay è la nuova soluzione di faire.ai (https://www.faire.ai/), fintech B2B specializzata nell’automazione del credito al consumo, che permette agli utenti di rateizzare i propri pagamenti accedendo a un prestito personale con un processo interamente digitale.

Come funziona FairePay

La richiesta di prestito e la pre-valutazione avvengono in pochi passaggi: presso venditori e rivenditori edili specializzati e convenzionati, inquadrando un QR code o direttamente online, l'utente accede alla web-app di FairePay, dove potrà selezionare l'importo desiderato - tra i 2.000 e i 20.000 euro - e il piano di rateizzazione preferito, da un minimo di 12 a un massimo di 72 mesi. A questo punto è sufficiente collegare il proprio conto corrente, per verificare in 30 secondi la fattibilità del prestito stesso.

Il collegamento del conto corrente, infatti, consente alla piattaforma di analizzare i dati transazionali dell’utente, fornendogli uno screening immediato sulla sostenibilità del prestito desiderato e permettendogli così di inviare la richiesta senza dover presentare alcun documento reddituale, come ad esempio la busta paga. A concludere il flusso di richiesta del prestito è poi la conferma della propria identità, grazie all'utilizzo di Spid. L'esito finale della richiesta viene fornito al cliente entro 48 ore e, in caso di esito positivo, l'importo viene accreditato entro 72 ore.

«L'obiettivo di FairePay è consentire ai clienti di rendere più sostenibili i propri acquisti e accedere al credito in maniera più semplice e snella - spiega Giorgio Fiorentino, responsabile commerciale di FairePay - Per chi progetta di ristrutturare casa o di acquistare prodotti come pannelli solari, sistemi di climatizzazione e riscaldamento, ma anche prodotti di domotica, è importante poter avere subito un quadro chiaro sulla fattibilità dell'acquisto e accedere al prestito senza perdite di tempo e senza eccessi di burocrazia».

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©