Condominio

La canna fumaria può non essere un bene comune

di Luana Tagliolini

La presunzione di condominialità può essere superata anche de facto quando il condotto è al servizio evidente di un solo appartamento

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Una canna fumaria, anche se ricavata in parti comuni dell’edificio, non è necessariamente di proprietà comune, ben potendo appartenere ad uno solo dei condòmini ove destinata a servire esclusivamente l’appartamento o il locale cui afferisce.

I fatti di causa

Il principio è stato applicato di recente dal Tribunale di Roma (sentenza 12880/2022) al caso riguardante una condomina che lamentava la presenza di immissioni di odori di cottura e di combustione all'interno della propria abitazione e provenienti dalla canna...