Condominio

Anapic torna a chiedere al governo interventi per le famiglie in difficoltà

Già dai mesi scorsi in una nota la presidente Anapic ( Associazione nazionale amministratori di condominio ) Lucia Rizzi ha lanciato l’allarme, preannunciando un periodo ancora più difficile, dopo l’irrefrenabile innalzamento dei tassi dei mutui e la difficoltà delle famiglie nel pagare le spese condominiali che attualmente stanno facendo i conti con gli aumenti spropositati dei generi alimentari e delle bollette energetiche.

La situazione è in peggioramento, non solo per le famiglie, ma anche per le imprese che nei prossimi mesi subiranno stangate soprattutto per i consumi energetici. La presidente Anapic Lucia Rizzi ha chiesto in una nota «un incisivo intervento al governo per intervenire a favore delle famiglie italiane per il bene comune dell’economia italiana e l’onorevole Angelo Ciocca, europarlamentare, ha raccolto l’appello chiedendo una diminuzione dei tassi di interesse delle banche a favore della popolazione italiana stremata dalla crisi pandemica, dal caro vita e dalla crisi delle famiglie e delle imprese».

Ciocca - prosegue la nota Anapic - «rilancia la richiesta di creare leggi strutturali ad hoc per la soluzione dell’attuale crisi a favore di una ripresa collettiva dell’Italia , a favore delle famiglie e per tutte le categorie : agricoltori operai, professionisti, imprenditori». La nota si conclude con l’impegno dell’onorevole Ciocca a supportare in particolare la categoria degli amministratori di condominio che hanno avuto maggiori difficoltà per la riscossione delle spese condominiali ordinarie e straordinarie con un aumento vertiginoso di case vendute all’asta per crediti minimi.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©