L'esperto rispondeCondominio

Assemblea: i vizi di forma comportano l’annullabilità

Nel caso specifico il presidente non aveva verificato la corretta indizione dell’adunanza

di Matteo Rezzonico

La domanda

Vorrei un chiarimento sui controlli necessari per l’apertura dell’assemblea condominiale in seconda convocazione. Dalla lettura del verbale assembleare, sia nella parte iniziale prestampata che nella successiva, redatta manualmente dal segretario, non risulta che il presidente abbia verificato la corretta indizione dell’assemblea, nei termini prescritti dal quarto comma dell’articolo 66 delle disposizioni di attuazione del Codice civile. Vorrei sapere se in tal caso l’assemblea e le relative delibere, in materia di manutenzione straordinaria di parti comuni e di approvazione di tabelle millesimali, sono nulle o annullabili.

L’Esperto Risponde da Il Sole 24 Ore di lunedì 20 novembre

L’articolo 66, quarto comma, delle disposizioni di attuazione del Codice civile prevede che l’assemblea in seconda convocazione non possa tenersi nel medesimo giorno solare della prima. In tema vale la giurisprudenza secondo cui la necessità della verifica del negativo esperimento della prima convocazione non comporta la necessità di redigere un verbale negativo, ma ...